Svincolo A20 Milazzo (Messina)
98057 Via Firenze
Tel.090 931824
Aperto tutti i giorni
da Lunedì a Domenica
dalle ore 9:00 alle 21:00
quad
28/12/2018

Addio stendino, è tempo di asciugatrice - Magazine Parco Corolla

È l’oggetto del desiderio di tante famiglie che la vorrebbero trovare sotto l’albero di Natale.
Ecco come sceglierla da Bruno
 
L’asciugabiancheria è l’oggetto del desiderio di tante famiglie.
Se fino a qualche anno fa a creare perplessità erano i costi, la paura di rovinare i panni e il consumo energetico, con i nuovi modelli questi problemi sono stati superati.
I modelli immessi sul mercato sono competitivi e quello che sembrava un lusso o un elettrodomestico superfluo si sta rivelando molto utile e non solo quando l’abitazione è priva del balcone e lo spazio dentro casa.
Soprattutto nei mesi invernali, infatti, è sconsigliabile stendere fuori la biancheria per via di smog e inquinamento atmosferico. Il micro-particolato non solo rende l’aria irrespirabile, ma la rende anche antigienica per il bucato.
 
La scelta di dotarsi di un’ottima asciugatrice (affiancata da una buona lavatrice) si rivela azzeccata soprattutto per nuclei familiari più grandi.
La capacità media delle asciugabiancheria attualmente sul mercato, infatti, va da 7 a 9 kg.
E volendo ottimizzare ulteriormente gli spazi, è possibile installarle sopra la lavatrice. Le case produttrici commercializzano appositi kit per la sovrapposizione, ma in commercio se ne trovano anche di universali.
 
«Le moderne asciugatrici presentano una molteplicità di programmi in base alla tipologia di capi – spiega Graziano del reparto grandi elettrodomestici dello store Bruno del Parco Corolla - I vantaggi sono la ridotta usura dei tessuti e la regolazione del livello di umidità finale.
È possibile, ad esempio, impostare una funzione “pronto stiro” per le camicie, con un livello di umidità finale più elevato, in modo da predisporre i capi alla stiratura. Per gli indumenti da riporre subito nel guardaroba, la funzione “asciutto armadio” garantisce un’essiccatura ottimale.
Nei modelli lavasciuga e in alcune asciugatrici sono disponibili ulteriori funzioni come il “refresh” per eliminare semplicemente i cattivi odori da tessuti non sporchi e l’antipiega per evitare la formazione di grinze».

Condensazione o pompa di calore?

Le principali tipologie di asciugabiancheria elettriche, sono due: a condensazione o pompa di calore.
Se dal punto di vista del costo d’acquisto un’asciugatrice a condensazione risulta più economica, la differenza nei consumi energetici gioca notevolmente a favore dei modelli a pompa di calore – inizialmente più costosi, ma più efficienti dal punto di vista energetico. 
È importante tener conto di alcuni suggerimenti e precauzioni prima di valutare l’acquisto.
 


  Pinterest 
SEGUICI SUI SOCIAL NETWORK
                              
MENU
Parco Commerciale Corolla - Via Firenze - 98057 Milazzo (Messina)
© Copyright Idea Service S.r.l. | P.IVA e C.F. 02951230834
Development by Semplinet
Design by TheSharkProject
Prova sinistra